La guida che risponde al vostro dilemma: cosa guardo stasera in tv? Oltre ai film la nuova edizione include serie, programmi e cose belle da non perdere, sulle reti free in prima serata, sempre in orario.

Con il canone Rai in bolletta non dobbiamo più nasconderci, morire di binge watching o fingere che la nostra tv sia un installazione di Nam June Paik.

TV

LUNEDÌ 15 MAGGIO

  21.20
Alien – La clonazione, Jean-Pierre Jeunet, 1997

A shitty Alien movie with my name on it. Joss Whedon non poteva essere più esplicito nell’autodefinire Alien – La Clonazione… [continua a leggere]

 

  21.20
Bad Teacher. Una cattiva maestra, Jake Kasdan, 2011

La cattiva maestra che tutti (i maschi) vorrebbero beve, fuma, mangia junk food, lava la macchina in shorts e ha il corpo di Cameron Diaz. Oltreoceano le chiamano R-Rated Comedy e le vietano ai minori di 17 anni.

 

MARTEDÌ 16 MAGGIO

  21.05
Elysium, Neill Blomkamp, 2013

Una concezione di fantascienza adulta che si rifà agli anni Settanta, e che sollecita la coscienza dello spettatore con chiari intenti di denuncia sociale (in questo caso, contro le disuguaglianze del sistema sanitario privato), ma senza risultare pesante o retorico. [Continua a leggere]

 

  21.15
Il castello, Rod Lurie, 2001

James Gandolfini è il motivo.

 

MERCOLEDÌ 17 MAGGIO

  21.10
Liberami, Federica Di Giacomo, 2016

Satana può stare in un peluche, nell’armadio o dall’altra parte del telefono. Lo sa bene Padre Cataldo, il prete esorcista protagonista del film – uno dei più ricercati in Sicilia – con cui Federica Di Giacomo fa un’indagine rigorosa, senza giudizio e lontanissima dall’estetica horror partendo da un dato: negli ultimi anni le richieste di esorcismi in tutto il mondo sono aumentate in modo esponenziale.

 

  21.05
Hugo Cabret, Martin Scorsese, 2011

In bilico fra realtà e finzione, fra i sobborghi di Dickens e le invenzioni di Méliès, con un retrogusto steampunk: è Scorsese, bellezza.

 

  21.11
Paradiso amaro, Alexander Payne, 2011

C’è leggerezza, le Hawaii, George Clooney ma anche una matassa di relazioni e direzioni da risolvere. Il paradiso? Può andare a farsi fottere.

 

  21.15
Patti Smith: Dream of Life, Steven Sebring, 2008

Il ritratto di una musicista icona del rock. E noi siamo felici di sognare con lei.

 

GIOVEDÌ 18 MAGGIO

  21.00
Il pianista, Roman Polanski, 2002

Don’t shoot the pianist, dal far west al ghetto di Varsavia la legge è la stessa.

 

  21.15
Gli spietati, Clint Eastwood, 1992

Stasera la guida morale è Eastwood nel cuore dell’ex pistolero William Munny che ci piace evocare così:
Allora, sto uscendo. Se vedo qualcuno là fuori l’ammazzo. Se qualche figlio di puttana mi spara addosso non ammazzo soltanto lui, gli ammazzo anche la moglie e tutti i suoi amici. E poi gli brucio anche la casa. Meglio che nessuno spari. Voglio che facciate per Ned un bel funerale! E non azzardatevi più a sfregiare prostitute! Altrimenti torno e vi ammazzo tutti, figli di puttana.

 

  21.15
Bastardi senza gloria, Quentin Tarantino, 2009

Il cinema riscrive la Storia, impossibile Tarantino.

 

  21.00
Il sorpasso, Dino Risi, 1962

Per capire l’Italia del Boom dei primi anni Sessanta, più che un libro di storia. Con questo suono qui.

 

VENERDÌ 19 MAGGIO

  21.20
Song ‘e Napule, Antonio e Marco Manetti, 2013

“I fratelli Manetti attingono a piene mani all’infinita serie di luoghi comuni sulla città e la sua musica, dando vita a un irrefrenabile effetto boomerang che smantella praticamente da solo il film “. Riccardo Rosa, Napoli Monitor.

 

  21.20
Speciale Gazebo

Speciale-evento in occasione della Giornata mondiale del migrante e del rifugiato.

 

  21.15
Carne tremula, Pedro Almodovar, 1997

Palpita sullo schermo e non solo il noir/mélo di Almodovar.

 

SABATO 20 MAGGIO

  21.15
Storia di un peccato, Walerian Borowcyzck, 1975

Il ritorno di Borowczyk in Polonia dopo anni passati in Francia, è un melodramma erotico in costume, un racconto gonfio, turgido, maniacale e di feticista con scene memorabili di amour fou.

 

  21.15
I mercenari. The Expendables, Sylvester Stallone, 2010

Siamo più che certi che il solo muscolo di questo film, passatemi la licenza anatomica, sia il cuore.

 

  21.20
Il segreto dei suoi occhi, Juan José Campanella, 2009

“Film sentimentale che s’ammanta d’impegno”, ecco il suo segreto. Oscar come miglior film straniero e come miglior finale aggiungiamo noi. Da vedere con i vostri occhi.

 

DOMENICA 21 MAGGIO

  0-24
Riposo

I love you so much so I turn off the tv.