TV

La guida che risponde al vostro dilemma: cosa guardo stasera in tv? Oltre ai film la nuova edizione include serie, programmi e cose belle da non perdere, sulle reti free in prima serata, sempre in orario.

Con il canone Rai in bolletta non dobbiamo più nasconderci, morire di binge watching o fingere che la nostra tv sia un installazione di Nam June Paik.

LUNEDÌ 27 FEBBRAIO

  21.10
Quella casa nel bosco, Drew Goddard, 2011

La bionda, l’atleta, lo strambo, il nero e la vergine. Materiale da film orrorifico già visto, se non fosse per lo sceneggiatore Joss Whedon, il papà di Buffy The Vampire Slayer [continua a leggere]

 

  21.20
The Expendables. I mercenari, Sylvester Stallone, 2010

Siamo più che certi che il solo muscolo di questo film, passatemi la licenza anatomica, sia il cuore.

 

  21.20
Dove la terra scotta, Anthony Mann, 1958

Il nostro uomo dell’est (Man of the West il titolo originale) qui è Anthony Mann, paranoico e crepuscolare come il miglior western insegna.

“Lasso è una città di fantasmi! E anche tu sei un fantasma Dock. La tua razza è scomparsa e tu vivi fuori dal tempo ormai. La tua fine è vicina” dice Gary Cooper alias Link Jones al pazzo Lee J. Cobb alias Dock Tobin.

 

MARTEDÌ 28 FEBBRAIO

  21.15
Manhattan, Woody Allen, 1979

…eh, devo essere ottimista. Va bene, dunque, perché vale la pena di vivere? Ecco un’ottima domanda. Beh, esistono al mondo alcune cose, credo, per cui valga la pena di vivere. E cosa? Ok. Per me… io direi… il buon vecchio Groucho Marx tanto per dirne una, e Joe DiMaggio e… il secondo movimento della sinfonia Jupiter… Louis Armstrong, l’incisione Potato Head Blues… i film svedesi naturalmente… L’educazione sentimentale di Flaubert… Marlon Brando, Frank Sinatra, quelle incredibili… mele e pere dipinte da Cézanne, i granchi da Sam Wo, il viso di Tracy…

Alla lista di Isaac aggiungiamo lo skyline di Manhattan, con Gershwin in sottofondo.

 

  21.15
The Millionaire, Danny Boyle, 2008

Al titolo italiano manca lo “Slumdog” dell’originale, non proprio un dettaglio. Che i titolisti nostrani siano ancora più ruffiani di Boyle? Intanto in sala c’è T2 Trainspotting tra rabbia e nostalgia.

 

MERCOLEDÌ 1 MARZO

  21.15
Robin Hood, Ridley Scott, 2010

Anche solo per rivedere i title di Toccafondo.

 

GIOVEDÌ 2 MARZO

  21.20
Tamara Drewe. Tradimenti all’inglese, Stephen Frears, 2010

Anche la commedia più “scema” (definizione dello stesso Frears) all’inglese brilla e diverte. Per tutta la famiglia.

 

VENERDÌ 3 MARZO

  21.10
Mad Max: Fury Road, George Miller, 2015

Con un film che è al tempo stesso sequel (del primo capitolo) e reboot della saga, il settantenne Miller dà prova di un talento registico ancora freschissimo, girando alla vecchia maniera – con ottimi stunt e un uso della computer grafica ridotto al minimo – straordinarie sequenze di combattimento su strada (riprese dal secondo), che restituiscono tutto il piacere del cinema puro [continua a leggere]

 

SABATO 4 MARZO

  21.20
Una calibro 20 per lo specialista, Michael Cimino, 1974

Road movie d’esordio di Cimino (prodotto dalla Malpaso di Eastwood) da recuperare. Se ne parlate con Clint Eastwood e Jeff Bridges chiamateli Thunderbolt and Lightfoot.

 

DOMENICA 5 MARZO

  0-24
Riposo

I love you so much so I turn off the tv.